Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Dopo le varie vicissitudini dello Stonex One, annunciato in pompa magna, ma che ha lasciato...

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

Economico, bello e con un'autonomia impressionante. Stiamo parlando del nuovo ASUS Zenfone 3...

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Quando ci si registra su un sito uno dei problemi più comuni è quello di scegliere la password da...

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

L'allarme lo ha lanciato CheckPoint.com, il 2017 inizia con un nuovo e fastidioso malware per...

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com, il noto provider per e-mail criptate salito alla ribalta nel 2013, a seguito dello...

  • Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

    Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

  • ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

    ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

  • Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

    Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

  • Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

    Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

  • Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

    Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Vivere senza Facebook, l'esperimento

Vita senza Facebook, l'esperimentoL'idea è di Sam Laird, giornalista del sito Mashable.com che a luglio dello scorso anno ha deciso di disattivare temporaneamente il suo account facebook per trovare risposta ad alcune domande:
Cosa mi mancherà?
Cosa non dovrei perdere?

Come lo stesso Laird dichiara nel suo articolo, la decisione è stata impulsiva e con conseguenze inaspettate.

Bisogna premettere che l'autore è un appassionato di social network. Si tratta, precisiamo, di un esperimento di distacco solo da facebook, infatti l'autore ammette di aver utilizzato Twitter per rimanere in contatto con gli amici e LinkedIn per i contatti professionali.

Il mio esperimento è proseguito più a lungo di quanto mi aspettassi. Non ho voluto cancellare il mio account completamente di proposito. Ma, attraverso la disattivazione estesa, ho imparato alcune cose: in questo modo perdo un sacco di conversazioni adesso, che, paradossalmente, sono più concentrato rispetto a prima sulla mia vita e sulle mie esigenze.

Confessandosi, Laird dice che di Facebook le cose che più gli sono mancate sono la semplicità di comunicare con gli amici e la possibilità di cercare rapidamente fonti per i suoi articoli.

Molto bello è il paragone che fa con un bambino solo nel cortile di una scuola e che non ha un televisore lontano dagli altri bambini che recitano a memoria le battute de I Simpsons, simbolo di una apparente emarginazione da social stile.

La considerazione finale è però a favore degli anti-social, ammettendo che si è trattata di una scelta difficile, ma che permette di godersi di più il proprio tempo.

 

In ultima analisi, ciò che il mio piccolo esperimento mi ha dimostrato è che Facebook è diventato così radicato nella vita umana che è diventato un po’ come la religione. Si può partecipare o non partecipare quanto volete, ma la cosa in sé non va da nessuna parte. La scelta non cambierà nulla nel quadro più ampio, ma ho trovato affascinante esplorare le differenze nella mia stessa vita.

Fonte:

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa