Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Il Parlamento UE approva una direttiva che introduce la censura preventiva dei contenuti internet

Il Parlamento UE approva una direttiva che introduce la censura preventiva dei contenuti internet

Il Parlamento ha approvato la direttiva 2016/0280(COD) sul diritto d'autore nel mercato unico...

Recuperare i file persi, cancellati o formattati con EaseUS Data Recovery Wizard Free 12.0 - Guida e Recensione

Recuperare i file persi, cancellati o formattati con EaseUS Data Recovery Wizard Free 12.0 - Guida e Recensione

Continua il nostro viaggio tra i software per il recupero dei file persi, cancellati o formattati...

Come ottenere una casella di posta elettronica criptata

Come ottenere una casella di posta elettronica criptata

Quello della sicurezza delle comunicazioni è un problema in voga in questo periodo. Le nostre...

Recuperare dati e file persi dallo smartphone

Recuperare dati e file persi dallo smartphone

 A chi non è capitato di avere problemi con lo smartphone e di trovarsi improvvisamente...

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Dopo le varie vicissitudini dello Stonex One, annunciato in pompa magna, ma che ha lasciato...

  • Il Parlamento UE approva una direttiva che introduce la censura preventiva dei contenuti internet

    Il Parlamento UE approva una direttiva che introduce la censura preventiva dei contenuti internet

  • Recuperare i file persi, cancellati o formattati con EaseUS Data Recovery Wizard Free 12.0 - Guida e Recensione

    Recuperare i file persi, cancellati o formattati con EaseUS Data Recovery Wizard Free 12.0 -...

  • Come ottenere una casella di posta elettronica criptata

    Come ottenere una casella di posta elettronica criptata

  • Recuperare dati e file persi dallo smartphone

    Recuperare dati e file persi dallo smartphone

  • Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

    Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Facebook: i risultati del referendum sulla privacy

Facebook: i risultati del referendum sulla privacyCon un comunicato di Elliot Schrage, Vice Presidente, Communications, Public Policy e Marketing di Facebook sono stati diffusi i risultati del referendum (di cui vi abbiamo parlato in Facebook, un referendum nascosto per scegliere il modello di privacy) che Facebook aveva indetto per scegliere le nuove normative che verranno usate nel social network in materia di gestione della privacy ed altro.

Vediamo quali sono i risultati del referendum.

Il quorum scelto per il voto era del 30% su un monte di circa 900 milioni di utenti attivi.

Purtroppo gli utenti votanti sono stati solo 342.632.

Paradossale la frase in cui Schrage dice «Nonostante gli sforzi significativi da parte nostra volti a incoraggiare gli utenti al voto» visto che la maggior parte degli utenti ha saputo della votazione da altri siti e dal passaparola generale.

Purtroppo nonostante il 86.7% dei voti contrario alla modifica il mancato raggiungimento del quorum permetterà a Facebook di modificare la Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità come meglio crede.

Nonostante i nostri sforzi sostanziali volti a diffondere il messaggio, il numero delle persone che hanno partecipato al voto rappresenta una percentuale decisamente ridotta e non rappresentativa della nostra comunità di utenti. Abbiamo fatto tutto il possibile per rendere il voto semplice ed accessibile, ad esempio traducendo i documenti e l'applicazione di voto in alcune delle lingue più diffuse al mondo e pubblicizzando ampliamente il voto tramite notizie rivolte agli utenti, nonché pubblicità visualizzate sul sito Web tradizionale e su quello mobile. Il nostro processo di commento e voto sulle normative è stato inoltre coperto in modo insistente dai media.
Alla luce dei risultati di tutti questi sforzi da parte nostra, abbiamo in programma di rivedere il processo, al fine di determinare come ottimizzare la capacità di coinvolgere e stimolare la partecipazione degli utenti nella gestione del sito in futuro.

Come si legge nel comunicato diffuso da Facebook, le nuove modifiche al DDR sono state immediatamente adottate e quindi sono entrate in vigore le nuove norme di gestione dei dati personali degli utenti.

Non resta che aspettare e vedere queste modifiche alla normativa cosa comporteranno per gli utenti di Facebook.

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa