Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Dopo le varie vicissitudini dello Stonex One, annunciato in pompa magna, ma che ha lasciato...

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

Economico, bello e con un'autonomia impressionante. Stiamo parlando del nuovo ASUS Zenfone 3...

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Quando ci si registra su un sito uno dei problemi più comuni è quello di scegliere la password da...

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

L'allarme lo ha lanciato CheckPoint.com, il 2017 inizia con un nuovo e fastidioso malware per...

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com, il noto provider per e-mail criptate salito alla ribalta nel 2013, a seguito dello...

  • Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

    Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

  • ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

    ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

  • Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

    Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

  • Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

    Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

  • Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

    Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Megaupload torna e si chiamerà Mega, l'intoccabile

Megaupload torna e si chiamerà Mega, l'intoccabileMega è il nome scelto per il ritorno di Megaupload, a dirlo è stato lo stesso fondatore del colosso del file sharing, Kim Dotcom in un'intervista rilasciata a Wired.

Mega sarà protetto tramite crittografia cosa che renderà il sistema a prova di incursione da parte delle autorità come l'FBI.

La crittografia farà da schermo e protezione sia per la piattaforma Mega ma anche per l'utente perchè nessuno potrà decodificare un file se non in possesso dell'apposita chiave di decriptazione.

In questo modo tutta la responsabilità per il caricamento di file protetti da copyright ricadrà sull'utente che lo ha caricato, perchè sarà solo lui a conoscere la chiave necessaria per la decodifica.

Saranno dunque gli utenti stessi e le applicazioni realizzate da terzi a decidere che uso fare di Mega e delle chiavi di crittografia legate ad ogni file.

Dotcom fa anche sapere che il sistema è a prova di chiusura, anche perchè si è pensato alla realizzazione di server ridondanti sparsi in vari paesi che possono garantire la continua fornitura del servizio...

persino se un paese decide di bloccare i server - non crediamo che possa succedere, perché rispettiamo tutte le leggi dei paesi dove abbiamo dei server - o se c'è un disastro naturale, c'è un'altra fonte dove i file restano disponibili. In questo modo è impossibile perpetrare abusi come quelli che abbiamo subito negli Stati Uniti.

Possiamo lavorare con chiunque, perché l'host stesso non sa cosa c'è sui server

Quindi il Mega sarà un sistema cloud, sparso nella rete e quindi non chiudibile con un solo colpo ben piazzato.

Ovviamente è ancora prevista la possibilità di richiedere la rimozione di un file da parte del leggittimo possessore dei diritti di copyright, ma Mega non gestirà i duplicati, quindi se di un dato file ci sono 100 copie sarà necessario fare 100 richieste di rimozione.

Attendiamo con impazienza di vedere il nuovo Megaupload all'opera.

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa