Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Dopo le varie vicissitudini dello Stonex One, annunciato in pompa magna, ma che ha lasciato...

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

Economico, bello e con un'autonomia impressionante. Stiamo parlando del nuovo ASUS Zenfone 3...

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Quando ci si registra su un sito uno dei problemi più comuni è quello di scegliere la password da...

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

L'allarme lo ha lanciato CheckPoint.com, il 2017 inizia con un nuovo e fastidioso malware per...

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com, il noto provider per e-mail criptate salito alla ribalta nel 2013, a seguito dello...

  • Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

    Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

  • ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

    ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

  • Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

    Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

  • Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

    Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

  • Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

    Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lenovo decide di investrire in uno stabilimento negli USA

Lenovo decide di investrire in uno stabilimento negli USAIn un momento storico in cui la gran parte delle aziende decide di spostare la produzione verso la Cina, dal paese asiatico si alza una voce contraria.

Lenovo, secondo produttore al mondo di computer, con sede a Pechino, ha deciso di aprire uno stabilimento per l'assemblaggio e lo smistamento nel North Carolaina.

Un'iniziativa definita a Lungo termine nella quale l'azienda cinese ha già investito opiù di 2 milioni di dollari.

Nello stabilimento statunitense verranno assunte circa 115 persone che lavoreranno all'assemblaggio dei Thinkpad, dei pc desktop e dei tablet e che in oltre gestirà i server per il business ed il governo USA.

Un'iniziativa che permetterà all'azienda cinese di fornire agli utenti USA molti servizi on-site ed essere più veloci e precisi nell'invio degli ordini.

Un'iniziativa in netta controtendenza, considerato che il costo del lavoro negli USA è nettamente più alto che in Cina, ma probabilmente alla Lenovo si sono fatti bene i conti trovando più vantaggi che svantaggi.

Qual'è la vostra opinione?

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa