Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

Dopo le varie vicissitudini dello Stonex One, annunciato in pompa magna, ma che ha lasciato...

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

Economico, bello e con un'autonomia impressionante. Stiamo parlando del nuovo ASUS Zenfone 3...

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Quando ci si registra su un sito uno dei problemi più comuni è quello di scegliere la password da...

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

L'allarme lo ha lanciato CheckPoint.com, il 2017 inizia con un nuovo e fastidioso malware per...

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com, il noto provider per e-mail criptate salito alla ribalta nel 2013, a seguito dello...

  • Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

    Torna lo Stonex One, ma ora si chiama SANTIN #Dante

  • ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

    ASUS Zenfone 3 MAX - Recensione

  • Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

    Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

  • Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

    Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

  • Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

    Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Ancora novità sul caso Megaupload

Ancora novità sul caso Megaupload - Kim Dotcom e Steve WozniakAncora novità sul caso Megaupload.

Abbiamo ampiamente parlato di questa vicenca con diversi articoli a riguardo, ma torniamo a parlare di Megaupload e del suo fondatore Kim Dotcom per le ultime dichiarazioni che quest'ultimo ha rilasciato, anche a mezzo del suo account Twitter.

Come già detto in alcuni articoli precedente, il caso si sta rivelando sempre più una bolla di sapone, le autorità USA stanno vedendo crollare, mattone dopo mattone, tutti i loro punti di forza, arrittura il mandato di arresto e perquisizione si è rivelato non valido.

Ora Kim Dotcom torna alla carica chiedendo alle autorità competenti di togliere il sequestro ai suoi beni materiali e di liberare il suo immenso capitale, per permettergli di pagare gli oltre 20 avvocati che stanno difendendo lui ed il suo impero del file sharing.

Infatti il fondatore di Megaupload e di Megavideo lamenta il fatto di non poter adeguatamente difendersi, in sede legale, a causa del blocco dei suoi conti.

Sempre su Twitter, si legge che Kim Dotcom sia intenzionato a dare battaglia sino all'ultimo per dimostrare la legalità dei servizi offerti da Megavideo e Megaupload, e l'estraneità da qualsiasi uso fraudolento del servizio.

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa